Noratech s.r.l. | Tel: 03421590108 | Mail: info@noratech.it - SUPPORTO

Cos'è Google Alerts e 5 modi per usarlo al meglio

Dicono che quando parlano di noi, ci fischino le orecchie. Non so, a noi non è mai successo, ma di sicuro poter sapere chi e come parla di noi o di qualcosa che interessa il nostro lavoro, sarebbe utilissimo. Vediamo come sia possibile farlo in cinque modi utili grazie a Google Alerts.

alerts basati su nostri prodotti

Per utilizzare Google Alerts è semplicissimo. Basta inserire nel browser il seguente indirizzo https://www.google.it/alerts e, se si dispone di un account Google (quindi è sufficiente abbiate una Gmail) potrete iniziare ad usare il servizio semplicemente inserendo il termine per il quale volete essere allertati. Se non volete ricevere troppe mail di avviso, basta che clicchiate sull'ingranaggio a destra di "I miei avvisi" e selezioniate la modalità di invio digest.

La prima cosa che potremmo fare è usare Google Alerts per monitorare i nostri prodotti. E' utilissimo per sapere chi parla di loro o di prodotti simili e poterne avere avviso. Se producete un bene con un nome proprio, potrete tracciarlo puntualmente. Se invece producete beni o prestate servizi che hanno un nome comune (ad esempio "serramenti in pvc" o "consulenza gestionale"), potrete monitorare dove si parla di questi argomenti e magari inserirvi nella discussione.

Alerts basati su un settore merceologico

Anche qui il vantaggio è di poter utilizzare Google Alerts per avere il polso del mercato relativamente ad un certo settore che vi interessa. Non solo potrete inserirvi in discussioni proficue per il vostro lavoro, ma anche monitorare un particolare settore per conoscere novità e tendenze.

alerts sui concorrenti

Avere rapidamente informazioni sulla concorrenza è oggi importantissimo. Con Google Alerts potete tenere monitorati i vostri concorrenti semplicemente inserendone il nome. Questo vi permette di sapere dove si parli di loro, come si parli di loro e cosa fanno.

alerts su di noi

Uno dei più grossi problemi di Internet non è tanto che parlino male di noi, perché se lo sappiamo possiamo agire e tutelarci. Il grande problema è se parlano male di noi e non lo sappiamo, così che una cattiva reputazione, magari non veritiera, si diffonda senza controllo. Monitorare il proprio nome con Google Alerts, sia come persona che come attività, è un buon modo per sapere cosa si dica in giro di noi.

alerts sui nostri clienti

Sapere cosa dicono in rete sui nostri clienti, soprattutto se offriamo loro servizi legati all'immagine o di marketing, è essenziale per dar loro un servizio sempre migliore. Avvisarli per tempo su come siano percepiti nella rete è un servizio eccellente, che vi permetterà di aiutarli al meglio a fare scelte corrette.

Tenete però presente un dato importante e cioè che Google non indicizza proprio tutti i contenuti, quale quelli di Facebook ad esempio, ma anche di altri social network. Comunque sia, con Google Alerts potrete tenere sott'occhio molto di ciò che si dice di voi. 

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.