Noratech s.r.l. | Tel: 03421590108 | Mail: info@noratech.it - SUPPORTO
  • Home
  • Come usare al meglio Google Analytics in 5 mosse

Come usare al meglio Google Analytics in 5 mosse

Come usare al meglio Google Analytics in 5 mosse

Avete il vostro nuovo sito web bello, dinamico e responsive. Quindi avete chiesto alla vostra web agency di installare Google Analytics. Molto bene! Però non basta. 

Google Analytics è uno strumento molto potente, ma nella sua configurazione di base raccoglie una gran quantità di dati. Come tutti i dati, hanno senso se li organizziamo secondo degli obiettivi che ci siamo prefissati.

Per esempio, se facciamo campagne di email marketing potremo impostare il sistema per dirci quanti utenti abbiano cliccato sui vari link nella mail. Oppure potremo sapere quanti utenti hanno scaricato il nostro e-book o interagito con un form.

Non solo, ma possiamo sapere da dove questi utenti provengano, che tecnologie utilizzano per navigare e, se se ne vanno prima di aver operato una conversione da semplici navigatori del sito a lead o addirittura clienti, possiamo capire quale punto del sito li abbia disincentivati a proseguire.

Volendo razionalizzare il discorso, come potremmo procedere?

Stabilite una strategia

Steve Jobs, scherzando, una volta disse che essere a capo di Apple era come essere su una nave con un buco nella chiglia, che sta imbarcando un sacco di acqua e il suo compito fosse quello di mantenere la rotta.

Lui ovviamente ha fatto una battuta, ma il senso della frase è: se non sapete dove andare, nessuna meta è raggiungibile.

Dovete stabilire degli obiettivi per il vostro sito web:

  • se vendete, l'obiettivo primario è concludere una vendita
  • se avete un blog, l'obiettivo è quello di catturare ed accattivarsi i clienti, facendo sì si iscrivano alla vostra newsletter
  • se producete video, vi interesserà che gli utenti li vedano per intero

Insomma, dovete capire cosa volete dal vostro sito, per pianificare come ottenerlo.

Definire degli obiettivi

Intendiamo qui obiettivi in senso tecnico. In Google Analytics potete stabilire che ad esempio all'avvenuto acquisto di un bene l'obiettivo sia stato raggiunto. Oppure quando un utente si iscrive alla newsletter o risponde ad una call to action.

Gestire le campagne

In ogni link che disseminate per la rete, con newsletter, QR code o altri strumenti, potete fare in modo che Google Analytics ne tracci il click, ascrivendolo ad una campagna. In questo modo anche le vostre campagne offline possono essere tracciate su Google Analytics e raccontarvi come stiano andando.

Impostare gli eventi intelligence

Che bello sapere se sul vostro sito succede qualcosa e quando succede! Gli eventi intelligence di Google Analytics vi servono a questo. Quando qualcuno compie l'azione che voi definite, il sistema vi avvisa subito.

Impostare un profilo ad hoc di produzione

Quando configurate Google Analytics, create un profilo apposito per la produzione ed uno per testare le implementazioni. Lasciate il profilo di default intatto, rischiereste infatti di perdere preziosi dati. L'unico accorgimento che raccomandiamo, se avete un IP statico nel vostro ufficio o a casa vostra, è di filtrare gli accessi dalla vostra rete, che andrebbero a falsare i dati di traffico, soprattutto nei primi mesi di vita del sito web, quando il traffico su di esso è ancora basso.

Vi abbiamo stuzzicato e volete maggiori informazioni? Google vi da tutti gli strumenti per sapere cosa fare! Avete bisogno di aiuto? Noratech è certificata Google Analytics! Compilate il form qui sotto per avere supporto!

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.