Noratech s.r.l. | Tel: 03421590108 | Mail: info@noratech.it - SUPPORTO
  • Home
  • Web
  • 8 regole per scrivere un post perfetto

8 regole per scrivere un post perfetto

8 regole per scrivere un post perfetto
Esiste una ricetta perfetta per un post? No, perché un post non è solo forma, ma soprattutto contenuto. Però ci sono delle regole che possono aiutarvi a trasformare un buon post in un post di successo. Ecco quali!

Avete un ottimo argomento per un post, state per scriverlo, ma vi assalgono mille dubbi. Come devo formattarlo? Ci devo mettere delle immagini? Come faccio con i social network?

Tranquilli! Dare la forma corretta al vostro post non è così complicato, basta seguire delle semplici regole che aiuteranno un buon argomento ad essere maggiormente leggibile e fruibile dai vostri utenti.

Ah, vi state chiedendo se doveste tenere un blog? Certo che sì. Nel nosto precedente post con 5 consigli per migliorare la vostra presenza nel web, abbiamo già sottolineato come tenere un blog sia una scelta saggia, perché è essenziale per formare ed informare i vostri possibili clienti. Dare informazioni è la strategia migliore per convincere il cliente che sapete di cosa parlate e volete condividere la conoscenza per far sì che possa scegliere consapevolmente!

Torniamo al nostro post. Che regole deve seguire, almeno tecnicamente, un post del vostro blog? Noi ve ne elenchiamo 9!

1. Il titolo del post deve essere chiaro e coerente con il contenuto.

Evitate titoli come "Leggi qui!", oppure "I nostri prodotti". Al di là del fatto che parleremo anche del contenuto dei post, questi titoli sono troppo generici. Fanno leva su parole chiave o inesistenti o inflazionatissime, che difficilmente vi ripagheranno.

Propendete per titoli efficaci, che dichiarino a chiare lettere il contenuto del post, come ad esempio "8 regole per scrivere un post perfetto" :)

2. L'alias del vostro articolo deve essere identico al titolo.

L'alias serve a far sì che l'indirizzo del vostro articolo venga riscritto in maniera umanamente leggibile. Deve essere quanto più simile al titolo dell'articolo, preferibilmente identico, quindi 8-regole-per-scrivere-un-post-perfetto. I caratteri - sostituiscono gli spazi.

3. Mettete una bella immagine che descriva il contenuto dell'articolo.

In cima al vostro articolo, tra il titolo e il testo, mettete una bella immagine che riassuma il contenuto del vostro post. Il detto che un'immagine vale più di mille parole è assolutamente vero! E vogliamo fare le cose fatte bene? Non chiamatela 1.jpg o ahdgftsts.jpg. Datele un nome coerente! Quale? Ma lo stesso del titolo! Però questa volta usate gli underscore, al posto degli spazi, quindi 8_regole_per_scrivere_un_post_perfetto.

4. Scrivete un contenuto utile e informativo!

Vi prudono le mani eh? Vorreste scrivere un bel post sul fatto che siete concessionari esclusivi per i fermaporta Bendissen. Vi sveliamo un segreto: al 90% dei vostri lettore non importa nulla! Fate bene a dirlo, come fate bene a racocntare che certificazioni avete, che prodotti vendete e quant'altro. Tuttavia questo tipo di post devono essere il 20% massimo del totale. La maggior parte dei post devono essere utili. Devono far capire al lettore che conoscete il vostro lavoro, che volete condividere con lui ciò che sapete. Insomma, che vi interessa di lui e delle sue vere esigenze!

E smettetela con 'sta storia che rivelate segreti e vi rubano la conoscenza. Non vi rubano nulla. Tranne poche eccezioni, non c'è nulla di nuovo sotto il sole e se proprio avete scoperto la formula per creare l'oro dall'acqua, non parlatene! Se vedete, come capita anche a noi, che dei concorrenti copiano il vostro modus operandi, vuol dire che state agendo bene! Noi quel che sappiamo lo condividiamo lo stesso. Se un nostro cliente è soddisfatto delle informazioni che gli diamo, sarà il nostro miglior commerciale. Se un utente trova utile quel che condividiamo con lui, potrebbe forse diventare nostro cliente.

5. Mettete link interni ed esterni al vostro post.

Collegate il post che state scrivendo con quelli già pubblicati ed inerenti l'argomento! Vi aiuta a trattenere gli utenti sul sito. Se collegate una risorsa esterna, abbiate cura che il collegamento si apra in una nuova finestra. Tuttavia, anche se doveste perdere il navigatore perché va sul sito che avete collegato, avete comunque dato un'informazione. Siete stati più utili di chi reclamizza prodotti e basta e se dovesse tornare indietro, tornerà da chi gli ha dato informazioni utili, non da chi ha solo reclamizzato un prodotto. Ovvio, a meno che il vostro prodotto non sia mediocre e quello del concorrente ottimo, ma questo non è un problema causato dal blog.

6. Condivisione del post sui social network.

Condividetelo voi sulla vostra pagina il post e poi date strumenti ai vostri utenti perché possano condividerlo a loro volta, se lo ritngono interessante. Quest'aspetto è fondamentale, perché i social network vi offrono la possibilità di condividere i vostri contenuti con il mondo.

7. Inserite una call to action, se volete proporre un prodotto o servizio.

Avete scritto un ottimo post con le famose 8 regole per scrivere un post perfetto. Alla fine potreste mettere una call to action, una chiamata all'azione. Un'azione per far cosa? Avete scritto un ebook con un decalogo per mantenere un blog? Avete realizzato delle infografiche? Avete dei video tutorial da mostrare? In fondo al post mettete il collegamento bello in chiaro! "Scarica il nostro ebook gratuito su come scrivere un post perfetto!". In cambio, prima di permettere il download, chiedete un indirizzo mail per essere contattati con informazioni utili sui blog, ogni volta che le pubblicate. Questa, in gergo, è chiamata conversione. Avete cioè convertito un mero navigatore in utente e possibile cliente.

8. Lasciate che la gente commenti i vostri post!

Sono sempre tutti terrorizzati da questo aspetto. La paura della critica. Per carità, le critiche non piacciono a nessuno, soprattutto se si sente di subire una critica immotivata. Tutti sbagliamo, anche chi vi critica, dobbiamo accettarlo. L'importante è assumersi le proprie responsabilità e se la critica è motivata, cercare di risolvere. Ma questo esula dal contenuto di questo post. Piuttosto, considerate questo aspetto. 

Internet è un mare sterminato. Se i luoghi dove eventualmente criticarvi sono sotto il vostro controllo, potete rispondere e motivare la vostra posizione. Se la critica viaggia senza il vostro controllo, avete un problema. Ci sono attività che non sono su internet, che "godono" di recensioni allucinanti, totalmente fuori controllo. E allora lasciate che i vostri utenti commentino e rispondete ai commenti. 

Poi, caspita, non arriveranno solo commenti negativi, no? :)

Speriamo che queste semplici regole possano aiutarvi a scrivere un buon post per il vostro blog. A presto!

Articoli correlati

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.